Uscendo dal campeggio lo faremo attraverso la strada cm-4000. Se lo facciamo a sinistra, in solo un paio di minuti raggiungeremo il centro della città di Toledo. Ma se lo facciamo nella direzione opposta, seguendo circa 26 chilometri, saremo in grado di raggiungere uno dei luoghi naturali più belli della Provincia: il Barrancas de Burujón.

Essi sono stati dichiarati nel monumento naturale anno 2010 dalla Junta delle Comunità di Castilla La Mancha, e gode anche la classificazione di area protetta per gli uccelli, e luogo di interesse della Comunità.

E cosa rende questo posto così speciale? Per l’azione continua per millenni di erosione, che ha formato un ambiente robusto lungo il fiume Tago, che in alcuni luoghi, come il famoso Pico del Cambron, raggiunge 120 metri di altezza.

Su una scala molto più piccola, ma il paesaggio che si forma è molto simile al mondo-famoso Grand Canyon del Colorado.

Per arrivare, da Toledo, saremo molto attenti, dato che l’ingresso è segnalato in modo non troppo visibile. E una volta arrivati al bivio abbiamo la possibilità di lasciare l’auto nel parcheggio (gratuito) che si trova all’ingresso, o proseguire lungo un percorso che ci permetterà di avvicinarci praticamente ad uno dei punti di vista.

La nostra raccomandazione è di lasciare l’auto all’ingresso, perché in questo modo si gode una piacevole passeggiata, e conoscere il luogo più profondamente. In soli venti minuti a piedi lungo il sentiero ecologico si raggiungono gli anfratti stessi, dove in un unico colpo di vista si può avere un’idea del paesaggio spettacolare. Da lì, una piacevole passeggiata lungo tutto il suo profilo, Pudiéndonos fermarsi a diversi punti di vista, sarà reso abbastanza piacevole.

La difficoltà del percorso è abbastanza semplice, essendo in grado di essere visitato, anche, con le persone con disabilità, in quanto vi sono zone perfettamente abilitato per questo.

Attualmente non c’è molto travaso, tranne che per alcune vacanze e ponti che affollano la visita. Sovraffollamento che viene sollevato dalle amministrazioni corrispondenti di adottare misure per evitare il deterioramento dell’ambiente. Tuttavia, ad oggi, non ci sono restrizioni, e la visita è raccomandato (e gratuito), cercando di evitare, sì, date festive e ponti come abbiamo detto.