Cattedrale

Cattedrale

Il posto non è il risultato del caso, dal momento che prima che i Visigoti fino qui la Basilica di Santa Maria Maggiore , mentre i musulmani hanno fatto lo stesso con la sua moschea. Cattedrale che vediamo oggi c’è lavoro di pochi anni, ma secoli in cui i migliori artisti hanno portato il meglio del suo lavoro. Il tempo di costruzione previsto, su ordine della chiusura della sua ultima volta, è di 266 anni (1226-1492), ma fino a qualche secolo dopo ha continuato ad arricchire il maestoso tempio.

Come notato, la prima pietra fu posta nel 1226, occupando il trono di Fernando III e di essere arcivescovo di Toledo Rodrigo Jiménez de Rada. Uno di questi insegnante Martin, che sappiamo poco o nulla, è stato il primo a dirigere i lavori. Poco dopo aver sollevato Pedro Pérez, che era considerato fino a poco tempo l’architetto del primo progetto, sotto una lapide conservata nel tempio stesso.

Prima arriviamo nel tempio guardiamo la Puerta de los Leones , senza dover dare una spiegazione del motivo di questo nome. E ‘stato progettato in metà del XV secolo da Hanequín di Bruxelles, e ha coinvolto artisti del calibro di Juan Guas e Juan Alemán, tra gli altri. La rappresentazione dell’Ascensione della Vergine è stato aggiunto nel corso della riforma nel XVIII secolo.

Poi si entra nel tempio dalla Puerta Llana , ben noto per essere l’unico che manca di passi e che è stato anche chiamato origini di camion da utilizzare per il passaggio di carri che trasportano materiali durante la costruzione. La porta è destinata oggi per l’accesso al il pubblico, e importante, soprattutto perché è il luogo dove il corteo Arfe custodia il giorno del Corpus Domini. Una volta all’interno del tempio proseguire il viaggio in direzione di orario, in cui ci sarà progressivamente:

  • Cappella dell’Immacolata Concezione: Fondazione Juan Salcedo nel XVI secolo, i cui resti sono sepolti qui.
  • Cappella della Befana : Fondazione Pedro Fernández de Burgos e doña María Fernández, sua moglie, nello stesso periodo del precedente uno . Subire un successivo ripristino di Luis Daza. Entrambi fondatori sono sepolti come una restauratrice su entrambi i lati.
  • Cappella Mozárabe : Cardenal Cisneros Foundation che ha portato alla rivitalizzazione del rito mozarabico a Toledo. L’architetto Enrique Egas progettato la cappella del primo Cinquecento, approfittando di spazio in cui forse si era alzata la seconda torre del Duomo.
  • Tesoro Cappella : Precedentemente noto come San Juan, o la Torre, essendo situato proprio alla base di esso. E ‘stato originariamente utilizzato come sacrestia della Cappella del Nuovo Reyes, che è stata poi trasferita nella sede attuale. Il cardinale Tavera nel 1536 restaurò la cappella con l’intento di trasformare nel suo mausoleo, scartato l’intenzione di stabilirsi sua sepoltura più tardi nella sua grande fondazione conosciuta come l’Hospital de Tavera. Questa piccola cappella è destinato oggi alla mostra di vari oggetti liturgici di grande valore, tra i quali la Custodia di Platero Enrique de Arfe.
  • Cappella della Discesa : Secondo la tradizione, la Vergine apparve quando San Ildefonso, mettere i piedi su una roccia che è inchiodato nella parte posteriore. In onore di questo evento questa cappella dedicata alla Vergine Descension rosa. Anche se la sua origine è probabilmente più antica della stessa Cattedrale, l’attuale cappella è dovuto alle ricostruzioni fatte dagli arcivescovi Fonseca e Sandoval (rispettivamente XVI e XVIII). La pala è l’ opera di Covarrubias e Borgogna, e riflette l’imposizione della pianeta per il protettore di Toledo, un fatto che avvenne nell’anno 666.
  • Chapel Doña Teresa de Haro : Teresa de Haro Fondazione da utilizzare come proprio mausoleo e il marito, il maresciallo di Castiglia Diego López de Padilla.
  • Cappella della Madonna Antigua : Fondata nel tempi dei Re Cattolici da uno dei suoi consiglieri influenti, Gutierre de Cardenas, e sua moglie, Teresa Enríquez. Secondo la tradizione, l’immagine della Vergine è venerata qui deriva dall’antica basilica visigota.
  • Battesimo Chapel: Come suggerisce il nome questo oratorio era destinato al sacramento battesimale rito. Stack, dal la fine del XV e l’inizio del XVI secolo, è stata eseguita con il ri – utilizzato in bronzo dalla tomba di don Álvaro de Luna.
  • Cappella di Santa Teresa: Fondata nel XV secolo, con il patrocinio della Pietà di Alfonso Martínez, tesoriere della cattedrale, la cui tomba è accanto all’altare. A seguito di percorsi riforme nei secoli XVII e XVIII, che è stata aggiunta la pala corrente con l’immagine di Santa Teresa, mi prendo l’aspetto che mostra oggi.
  • Cappella di San Pietro, costruita nel XV secolo, sotto la direzione della cattedrale dell’architetto Alvar Martínez, per ordine dell’Arcivescovo Sancho de Rojas, di essere sepolto lì. La struttura attuale è dovuta alla riforma effettuata fuori nel XVIII secolo durante il regno del cardinale Lorenzana.
  • Puerta del Reloj: Ovviamente il nome è dovuto al orologio su di esso c’è quasi dal completamento del tempio. Che vediamo oggi è il lavoro del l’ fine del XVIII secolo, ma purtroppo non rimane in piedi una torre slanciata che ospitava le campane dell’orologio. La torre doveva essere demolita nel 1889 per presentare seria minaccia di collasso. Questa porta è conosciuto anche con il nome di Puerta de la Feria o il Chapinería , perché nella strada adiacente alla fiera agosto nel passato è stato celebrato.
  • Cappella della Virgen del Sagrario: Fondazione dell’Arcivescovo Gaspar Quiroga dalla fine del XVI e l’inizio del XVII secolo. Nel 1608 è stato riformato per essere trasferito dal Capitolo Arcivescovo Sandoval e Rojas per la conversione in tomba di famiglia. Questa riforma è stata realizzata dal famoso Juan Bautista Monegro. Questa cappella è il favorito di Toledo da presieduto sopra dal Virgen del Sagrario, patrona della città. L’immagine è una scultura romanica del XII secolo, l’argento rivestito nel XVI secolo. All’ingresso della cappella si trova la tomba del cardinale Portocarrero.
  • Sacrestia: come la Cappella del Tesoro, questa camera è un vecchio museo pieno di opere d’arte. Questi includono Espolio e un apostolato di Greco, oltre a opere di Goya, Van Dick, Tristan, Borgogna, etc. L’affresco che ricopre la volta è il lavoro di Lucca Jordano a partire dal XVII secolo, e rappresenta, di naturalmente , l’imposizione della casula di San Ildefonso. Entrando nel dell’indumento episcopales diversi ornamenti sono esposti e norme curiosi utilizzati da musulmani in passi diversi. Accanto alla sacrestia, dopo la cappella della Virgen del Sagrario, è l’Ochavo , una bella sala ottagonale progettato per ospitare molte reliquie interessanti.
  • Capilla del Cristo de la Columna: Conosciuto anche come la Cappella degli studenti , dato che di solito vengono a chiedere per aiuto all’immagine di Cristo che presiede. Nella pala d’altare del XV secolo, i Santi Giovanni e Pietro appaiono anche.
  • Cappella di Santa Leocadia: E ‘ il più antico tempio, anche se la sua struttura attuale risale alla riforma nel XVI secolo dal vescovo Juan Ruiz de Ribera per trasformare esso nel suo pantheon.
  • New Kings Chapel: La cappella originale del New Kings è stata fondata da Enrico II di Trastámara, nel luogo in cui oggi il Tesoro è chiamato, per seppellire i regnanti del nuovo ceppo in Castiglia. Nel XVI secolo, l’ iniziativa dell’arcivescovo Fonseca e con il permesso del re Carlo V, è stato spostato alla sua posizione attuale. Il design è il lavoro di Alonso de Covarrubias, e gli altari di Ventura Rodríguez. E ‘stato cappellano della cappella, il famoso scrittore Pedro Calderón de la Barca.
  • Capilla de Santiago: Fondazione Álvaro de Luna, Constable Giovanni II, nella prima metà del XV secolo. In piedi le tombe del fondatore e sua moglie Juana Pimentel lavorate da Pablo Ortiz nel XV secolo. La pala d’altare gotica della stessa epoca è il lavoro di Segovia, Zamora Gumiel e gli autori.
  • Trasparente: E ‘ stata la soluzione adottata nel primo terzo del XVIII per correggere il deficit di illuminazione, sia nel deambulatorio e l’Altare. Ha diretto il lavoro di essere Narciso Tomé arcivescovo Diego de Astorga e Céspedes, che è appena sepolto davanti all’altare del trasparente. I dipinti e le sculture che adornano la finestra di destra sono fratelli architetti di fabbrica, Andrea e Diego.
  • Cappella di San Ildefonso: Il Gil de Albornoz, Arcivescovo approfittando della cappellania fondata da San Ildefonso Jimenez de Rada, costruito durante la cappella XIV secolo. Ha subito diverse ristrutturazioni fino al XVIII secolo dotato l’aspetto attuale. La pala d’altare esistente, progettata da Ventura Rodríguez rappresenta la scena del l’imposizione della casula di San Ildefonso mani della Vergine.
  • Cappella della Trinità: Restaurata nel primo terzo del XVI da Canon Gutiérrez Diaz a diventare sua cappella funeraria.
  • Cappella di San Nicola: esso sembra che è stata fondata nel XIII secolo, anche se il suo aspetto che viene dal XVI.
  • Capitolare: Fondazione del Cardinale Cisneros costruito nel primo decennio del XVI da Enrique Egas e Pedro Gumiel. Questa grande sala è per le riunioni del Capitolo della Cattedrale, e mette in evidenza i ritratti di tutti gli arcivescovi di Toledo. I primi ritratti, fino Cisneros, sono opere di Juan di Borgogna, come fresco. Altri ritratti sono opera di artisti contemporanei ritratta arcivescovo.ammirazione Worth è il soffitto a cassettoni sopra la stanza.
  • San Gil Cappella: Restaurato nel Cinquecento dal canonico Miguel Díaz di diventare la sua cappella funeraria.
  • Cappella di San Juan Bautista: Sembra che questo è il risultato della riforma nel XV secolo dal arcidiacono Hernando Díaz de Toledo, che è sepolto qui. La pala d’altare con l’immagine di San Juan Bautista è l’ opera del XVIII secolo.
  • Cappella di Santa Ana: Fondata nel XIII secolo da monsignor Jiménez de Rada, e riformato nel XVI dal canonico Juan de Mariana, periodo più vestigia conservate. statua orante che vediamo è il restaurato, che è sepolto qui.
  • Old Kings Chapel: Conosciuto anche come la cappella della Virgen del Alcázar, il momento di salvare l’immagine dell’Immacolata è rimasto nella fortezza pur essendo di Fanteria Academy. Fondata nelfine del XIII secolo in origine da monsignor Gonzalo Diaz Palomeque sotto l’invocazione dello Spirito Santo. Ristrutturato nel 1498 dal cardinale Cisneros ad essere convertito in pantheon reale, e chiamato Reyes Viejos per differenziare esso dall’altro Nuovo Reyes, fondata da Enrique de Trastámara. Questa funzione funeraria è mai stato attivo, come i resti reali erano accanto all’altare.
  • Cappella di Santa Lucia: Conosciuto anche come Cappella del Sacro Cuore con l’immagine attualmente presiede. E ‘stata fondata nel XIII secolo dall’Arcivescovo Jiménez de Rada, uno dei più antichi del tempio cattedrale. Il look offerto è il risultato dell’ultimo importante restauro che è stata presentata nel XVIII secolo.
  • Lions Gate: che abbiamo avuto già l’opportunità di vedere dal di fuori.
  • Cappella di San Eugenio: Fondata da Mons Jiménez de Rada. In tempi è stato nominato parroco di San Pedro. Plateresco mette in evidenza la pala di Egas, in cui l’immagine del santo patrono è. Mons Fernando del Castillo restaurato all’inizio del Cinquecento a posto la sua tomba. La griglia, presule personalizzato, è il lavoro di John French.
  • Cappella di San Martino: Fondazione del Canonici Tomás González de Villanueva e Juan López de Leon, sia sepolto qui. Il santo titolare appare nella finestra del XVI secolo, che è rappresentato dallacondivisione il suo mantello con un mendicante.
  • Altare: Loa prima colpisce dopo la splendida porta goticoflamígero Villalpando è la pala d’altare superba, che ha coinvolto molti artisti importanti sotto la direzione di Enrique Egas e Pedro Gumiel tra il 1498 e il 1504, quando il Cardinale Cisneros. In esso sono rappresentati i vari scene del Nuovo Testamento. È interessante figure si trovano più in alto sovradimensionato, nel tentativo di mantenere il profilo visivo. Fiancheggiano entrambi i lati della pala diversi seppellimenti reali sono, come quelle di Alfonso VII, Sancho III e Sancio IV. Altrettanto importante è il grande cardinale Mendoza.
  • Chorus: Fingendo di fare un coro degno di tale un magnifico tempio e non essere in grado di costruire entro i problemi Cappella di spazio, si trovava in questo luogo che ha dato loro particolare indipendenza. Dall’altra parte del recinto costruito da Domingo Céspedes nel XVI secolo troviamo due serie di squisita muratura. Il piano è composto da cinquantaquattro noce intagliato con sede Rodrigo Alemán fine del XV, che li rappresentava diverse scene della riconquista di Granada. Seggioloni, composti di settanta posti a sedere, è stato intagliato nella metà del XVI da Felipe Vigarny e Alonso de Berruguete. Nei suoi vari santi e apostoli sono rappresentati. L’arcivescovo ‘s sedia è coronata con la scena della Trasfigurazione, l’ opera di Berruguete, e il loro sostegno noto imposizione della casula di San Ildefonso è rappresentato. Leggii che abbiamo trovato su entrambi i lati sono l’ opera di Nicola de Vergara “il Vecchio”, in collaborazione con il figlio Nicola de Vergara “il Mozo” senza conoscere l’autore del leggio che si trova nel mezzo. Prima di lasciare il Coro vale la pena dare un’occhiata a due corpi in essi trovarono, costruito nel XVIII secolo.

Abbandonando all’interno del tempio dalla Puerta Llana, si prosegue lungo la strada Cardenal Cisneros fino alla Piazza del Municipio. Una volta lì abbiamo ripreso la nostra visita alla Cattedrale contemplando il suo:

  • Facciata principale: La struttura della facciata principale è stata fatta tra i secoli XIV e XV, ma è stato successivamente rinnovato nei secoli XVII e XVIII. Quest’ultimo periodo appartiene il frontone triangolare e la rappresentazione dell’Ultima Cena, il lavoro di Mariano Salvatierra, che presiedono. Dopo il cancello che chiude la corte scritte da cardinale Lorenzana, vediamo tre porte. Il centro, e più grande, è la porta del perdono , che prende il nome indulgenze parziali concesse a tutti coloro che attraversano. Inoltre è conosciuto come Puerta de los Reyes , essendo aperto solo per il passaggio di re e capi di stato. Il più piccolo che vediamo alla nostra destra è la porta degli scribi , conosciuto in questo modo quando attraversano i membri di questa unione di prendere un giuramento davanti all’altare. Egli è noto anche come Porta del Giudizio a causa del sollievo che su di esso rappresenta il Giudizio Universale. L’altra porta più piccola è la Torre Cancello , senza dover spiegare la causa della nomenclatura. E ‘chiamata anche la Palmas , essere dove la processione della Domenica delle Palme, e l’Inferno , dalla strana sollievo che decora il vostro timpano. Alzando gli occhi si vede il campanile iniziato nel XIV secolo, quando ha costruito il suo primo corpo liscio. Alvar Gómez aggiunto nella prima metà del XV, i seguenti tre corpi sormontati da campanile, in cui nove campane compreso il famoso rifugio Campana Gorda . Esso ha una circonferenza superiore a 9 metri ed un’altezza di 3’35, mentre il suo peso supera 17 tonnellate. Enrique Gargallo costruita esso per ordine dell’arcivescovo Luis de Borbon, e le enormi dimensioni della campana causato la rottura di molti cristalli prima volta è stato utilizzato, in modo che il clapet doveva essere ridotto. Come il corpo ottagonale flamboyant con belle guglie, è il lavoro di Hanequín Bruxelles metà del XV secolo. Il campanile è sormontato da una scheda struttura e una banderuola in cui appare lo scudo del cardinale Cisneros. Guardando attraverso la facciata si vede la torre incompiuta, sia per mancanza di risorse o, come sembra più logico, fondazione di default che non permette il peso di una torre simile sopra.Invece vediamo un mozárabe più piccola dove la cappella è. Enrique Egas costruito esso nel XVI per ordine di costruzione Cisneros sul corpo quadrata costruita nel XIV. La volta di essere distrutto in un incendio, è stato sostituito dalla corrente uno , costruita tra il 1622 e il 1631 da Jorge Manuel Theotocopuli, il figlio di El Greco.

A sinistra del campanile, dall’altra parte della strada che porta il suo nome, è davanti ai nostri occhi:

  • Arch Palace: Costruito da Juan Bautista Monegro, dal Cardinale Sandoval y Rojas, per sostituire uno risalente al XV secolo che collegava la Cattedrale e l’arcivescovo ‘s palazzo fino a quando fu distrutto da un incendio.

 Passando sotto l’Arco de Palacio, a destra, dobbiamo entrare nel chiostro del tempio attraverso:

  • Puerta del Muffin : Conosciuta con questo nome in antichi elemosine distribuite sulla base di un pezzo di pane o “muffin”. E ‘stato costruito nel l’ inizio XIV. Gli affreschi interni sono da Bayeu, e rappresentano il rapimento e il martirio del Bambino de la Guardia.
  • Chiostro : Il chiostro inferiore è stata costruita nel tardo XIV secolo dall’Arcivescovo Pedro Tenorio. Il lavoro iniziale è stato direttore Rodrigo Alfonso, anche se nel 1425, quando è stato completato, Alvar Martínez è stato responsabile per la sua costruzione. La prima porta che vediamo alla nostra destra è la porta della Presentazione , plateresco e costruito da Alonso de Covarrubias in tempo dell’arcivescovo Fray Bartolomé Carranza, XVI secolo. Un medaglione sul Presentazione della Vergine è raffigurata dà il suo nome alla porta. Proseguendo lungo il chiostro, che copre la parte posteriore di diverse cappelle, abbiamo raggiunto la Puerta de Santa Catalina , dal la fine del XIV secolo, che mette in luce il montante con la statua del santo. La decorazione attuale mandato è stata fatta dal cardinale Lorenzana, che ha commissionato Francisco Bayeu e Salvador Maella affreschi con raffigurazioni di San Eugenio, Santa Casilda e Santa Leocadia. Il chiostro superiore è stata costruita nel 1500 dal Cardinale Cisneros per essere usato come la residenza dei Canonici.

Fonte: Jesus-José Cerdeño Vozmediano